Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1

    Pinna caudale coccina a pennello

    Ciao ragazzi come ho postato sul mio post dei coccina vedo alcuni esemplari a volte esibire la pinna caudale appiccicata, però non sembra la classica malattia che prende gli show, infatti alcuni momenti è così e la maggior parte della giornata è bella ampia.

    Può essere un segno di sottomissione?

    Ora che crescono a vista d'occhio i piccoli sembrano non mostrare più questo problema o quanto meno è diminuito drasticamente, però vorrei capire da cosa dipende.

    Questa tipologia di problema lo ha riscontrato anche chi mi ha ceduto i Dari Dario, in alcuni esemplari, anche anziani hanno questa propensione nel chiudere la caudale.
    I

  2. #2
    Anche io li vedo spesso cosi, ho smesso di preoccuparmi ormai

    Inviato dal mio SM-G850F utilizzando Tapatalk
    M.Roberto,Piemonte,Torino
    Betta Splendens Hm red e Hm metallici

  3. #3
    A volte basta che siano un po' infastiditi per avere la coda a spillo, ma se hanno macchie o segni di stress è un altro discorso...

  4. #4
    Ciao Andre, tranquillo.
    E' un fenomeno che ultimamente ho registrato in tanti anabantidi , coccina complex e channini su tutti.
    Ma anche in diverse altre specie. anche nei chocolate.

    Se li osservi bene, è quasi come per il cane aver la coda tra le gambe.
    Spesso con coda a spillo li vedi anche nuotare quasi ingobbendosi.
    Ho osservato questa modalità in situazioni di overstocking nei giovanili, in sottomissioni di altri esemplari, in cambiamenti climatici, in cambiamento della temperatura, in cambiamento della pressione atmosferica ecc.

    Diciamo che denota nervosismo e mancanza di sicurezza.

    Spesso si associa questa modalità a delle infezioni. in realtà l'osserazione della coda a spillo manifesta uno stato di "non star bene" del pesce per una causa momentanea oppure per una fase iniziale di debilitazione che poi potrebbe sfociare in patologia.

    Alla peggio... 25 gradi e dovrebbe rientrare tutto

  5. #5
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1
    Mmmm non mi sembrano debilitati, le foto che ho aggiunto sul post dei coccina sono di ieri, e mi sembrano addirittura non avere macchie particolari da stress, le bande orizzontali ok le mostrano subito però questa coda a spillo la noto solo qualche volta e poi spalanca tutte le sue pinne per allontanare cui di avvicina.

    Ps. Stupendi vederli così piccoli cin questo carattere.
    I

  6. #6
    Citazione Originariamente Scritto da Cadore Visualizza Messaggio
    Mmmm non mi sembrano debilitati, le foto che ho aggiunto sul post dei coccina sono di ieri, e mi sembrano addirittura non avere macchie particolari da stress, le bande orizzontali ok le mostrano subito però questa coda a spillo la noto solo qualche volta e poi spalanca tutte le sue pinne per allontanare cui di avvicina.

    Ps. Stupendi vederli così piccoli cin questo carattere.

    No Andre, i tuoi stanno benissimo.

    Il discorso sulla debilitazione è proprio un po il contrario. Per molti il veder le pinne chiuse evidenziano già un malanno. In realtà i motivi possono essere molti , tra cui sicuramente anche una debilitazione ma non per forza sempre e solo quella.

    Es. Quando un paio di settimane prima di Piacenza avevo separato parte dei channini in vasca solo per loro, il più delle volte giravano come loro abitudine a 360 gradi in vasca alla ricerca di cibo.
    Accadeva talvolta, che in alcune giornate alcuni di loro avessero pattern molto sbiadito e pinne appunto a pennello quasi a formare una x inversa. Anche il nuoto era scattoso. Poi ad ogni piccola interferenza, aprivano comunque le pinne mostrando l'assenza di patologie.
    Motivo? spesso causa di "questioni gerarchiche" talvolta causa del clima.
    Altro esempio sempre con loro (più raro ma riscontrato più volte) : come dicevamo hanno sempre avuto un comportamente spavaldo in vasca come contraddistingue la specie. Ho osservato però che in situazioni particolari (spesso facendoci caso successivamente, associabili a cambiamenti climatici improvvvisi) di ritrovare la vasca vuota con tutti gli esemplari nascosti sotto legni, pietre e filtri. E anche durante il momento del pasto, in cui di solito avevano il classico comportamento arrembante, lasciavano cadere il chiro a terra per poi cibarsi con un rapido mordi e fuggi.
    Queste sensazioni \ osservazioni di fatto sono il bello della nostra passione e sono chiaramente riscontrabili solo con pesci che hanno alle spalle una reale discendenza wild.
    Il motivo come indicavo prima è spesso riconducibile a mutamenti della pressione atmosferica che portano poi a bruschi cambiamenti climatici e quindi di temperature.
    Per fare un parallelo naturale, è una condizione facilmente riscontrabile dal pescatore di torrente, che trova in condizioni normali le trote attive e pronte ad aggredire l'esca presentata, ma in talune condizioni di mutamento repentino atmosferico, ritrova i pesci rintanati sotto i sassi apparentemente senza nessuna forma di attività.

  7. #7
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1
    Interessante queste osservazioni grazie Massimo 😊 per quello che ho osservato io lo facevano in presenza di un "pretendente" per il cibo o per lo spazio che occupava e non necessariamente chi apriva per bene le pinne alla fine scacciavo l'altro anzi, dopo la parata del rivale il piccolo con la coda a pennello scattava verso di lui e lo scacciava per tornare in posizione poi .
    I

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •