Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1

    Post Estratto di catappa/foglie di quercia

    Ciao ragazzi, volevo rendere pubblici dei test effettuati per preparare un estratto di catappa o foglie di quercia per i cambi d'acqua dei nostri non selezionati.

    Dopo tutti i tentativi possibili per dare stabilità in vasca ai miei channoides che nonostante tutto sono sempre bellissimi grazie alla loro proverbiale resistenza sono giunto a questa soluzione che spero sia definitiva e possa aiutare chi c'è già e chi vorrà in futuro imbattersi nel nostro progetto.

    Innanzitutto parto dai vari tentativi fatti.
    Prima di tutto avevo iniziato seguendo un articolo su AP per la selezione della torba da giardino ideale ad acidificare i tamponare i nostri acquari.
    Trovata la torba con le giuste caratteristiche e fatti i dovuti test ho inserito nel filtro un sacchetto di torba e preparati altri per stabulare l'acqua dei cambi.
    L'effetto tampone era ottimo ma dopo circa due settimane il rilascio di ammoniaca dava fastidio ai pesci quindi dovevo fare cambi abbondanti e regolari.
    Con questo sistema avevo inserito anche delle potature di photos per poter assorbire i picchi di sostanze tossiche ma non mi sentivo mai del tutto al sicuro.
    Quindi cambi ogni due settimane del sacchetto di torba nel filtro per non rischiare (tanto di torba ne avevo finchè volevo).
    Il problema era che le potature di photos assorbono anche tutti le sostanze nutrienti per le piante e quindi anche il ferro che inserivo proprio per i channoides.

    Ho deciso di accantonare questa soluzione e provare gradualmente a fare cambi con acqua osmotica con aggiunta di sali minerali e PH minus.
    Questa soluzione sicuramente era valida non dava problemi ai pesci visibilmente ma in realtà non c'era stabilità in acqua, nonostante parecchie foglie di catappa in acqua non bastava a fare da tampone.
    Altra cosa che non desideravo era inserire in acqua sostanze chimiche come il ph minus... preferisco sempre una soluzione naturale.

    Altra soluzione è stata aggiungere anidride carbonica seguendo sempre un articolo fai da te, visto le basse temperature in casa la reazione fra lievito e zucchero in formato gel sarebbe stata moderata e quindi piuttosto facile da controllare.
    Ma anche questa soluzione che era stata implementata ai cambi con acqua ro e ph minus non dava soluzione di stabilità.


    Quindi consultandomi con Alessandro ho seguito la sua procedura per fare questo estratto che deve essere aggiunto, una volta pronto, all'acqua del cambio(nel mio caso per un ph fra il 6 e il 6,5 50% acqua ro e 50% acqua di rete).

    A tutto questo va aggiunto la torba specifica per acquari che FINALMENTE mi sono deciso a comprare dopo aver trovato una soluzione abbastanza economica, l'effetto tampone mi permetterà di restare abbastanza tranquillo e senza star li a pensare alle sostanze pericolose che potrebbe rilasciare.

    Ecco quindi la ricetta testata con foglie di catappa di Amy-Lin e le foglie di quercia canadese che ho raccolto io.


    FOGLIE DI QUERCIA CANADESE:
    Preparare in pentola 2 litri di acqua ro più sette/otto foglie, fare bollire il tutto per 15 minuti.
    lasciare raffreddare il tutto per una decina di ore per poi fare un'altra bollita da 15 minuti.

    Dopo essersi raffreddata non ero molto fiducioso per queste foglie visto il colore che avevo ottenuto e la "durezza" delle foglie in se. (inserite in acquario risultavano indistruttibili rispetto alle foglie di catappa)

    I risultati come pensavo non erano significativi:

    PH: 7,8
    Conducibilità: 81 us

    Questo mi ha fatto pensare che queste foglie non siano proprio ideali per acidificare o per avere un effetto tampone a più che altro estetico.
    Comunque non mi arrendo con queste foglie, voglio provare ad aumentare il tempo di bollitura e vedere cosa succede.

    FOGLIE DI CATAPPA:
    beh qui si va su risultati certi eseguendo la stessa operazione fatta per le foglie di quercia i risultati sono questi.
    PH: 4,5
    Conducibilità: 651 us

    C'è poco da dire se non siano benedette le foglie di Amy

    Ora vi mostro in foto la differenza dei due estratti... molto più indicativa di tutto quello che ho scritto fino ad ora
    001.jpg

    Cercherò diversi tipi di foglie di quercia per poi fare lo stesso test

    Al prossimo aggiornamento!!
    I

  2. #2
    Bravo Andrea, ottimo riepilogo di esperienza.

    PS dai una controllata alla condicibilità con le foglie catappa ;-)

    Citazione Originariamente Scritto da Cadore Visualizza Messaggio


    FOGLIE DI CATAPPA:
    beh qui si va su risultati certi eseguendo la stessa operazione fatta per le foglie di quercia i risultati sono questi.
    PH: 4,5
    Conducibilità: 651 us

  3. #3
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1
    Si la conducibilità pensavo restasse più bassa ma visto che ne userò un 100-150 ml poi mi regolo a seconda di che conducibilità otterrò aggiungerò acqua ro se sarà ancora alta
    I

  4. #4
    allora mi son perso io, ma parti da acqua di RO e basta per la bollitura?

  5. #5
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1
    Si uso solo quella, 2 litri di acqua RO per fare l'estratto, poi l'estratto lo aggiungo all'acqua del cambio e da li mi regolo a seconda dei valori che ottengo.
    I

  6. #6
    il ph minus ha un effetto temporaneo che se non riesci a controllare nel tempo può causare problemi, cmq concordo al 100% sul non utilizzare prodotti chimici soprattutto per specie che devono essere mantenute in modo naturale il più possibile

    per la CO2 ci sono tanti contro da valutare, innanzitutto se hai una vasca molto piantumata rischi la notte di avere troppa CO2 quindi dovresti limitarne l'effetto al solo giorno, ma poi bisogna vedere il Ph come si comporta, indicativamente bisognerebbe avvere un impiano professionale con un sistema che regola l'immissione di CO2 a seconda del Ph.
    ci sono però tanti casi in cui per errore o semplicemente perchè qualcuno urtando l'impianto lo danneggia e ci si ritrova da un giorno all'altro con tutti i pesci morti, ne vale la pena?

    veniamo alla parte più interessante, le foglie da cui ottenere un estratto sulle quali posso fare alcune considerazioni:

    parte delle sostanze contenute nelle foglie non le ottieni bollendole ma servono detrivori che facciano il loro lavoro (caridine/chiocciole)
    questo lo puoi ottenere lasciando foglie direttamente in vasca (cosa che immagino tu faccia, e come vedremo successivamente forse le migliori a questo scopo sono proprio quelle di quercia)

    per quello che riguarda il tuo esperimento è abbastanza facile leggere il risultato:
    le foglie di quercia non rilasciano quasi nulla quando le fai bollire, difatti la conducibilità resta bassa e come conseguenza l'effetto sul Ph è limitato
    le foglie di catappa al contrario rilasciano molte sostanze, difatti la conducibilità è alta e l'effetto sul Ph è notevole

    la conducibilità è un indicatore del risultato che si otterrà

    ho fatto diverse prove con le foglie in passato e continuo a farle tuttora, non misuro la conucibilità ne l'effetto sul Ph (perchè ne faccio altri utilizzi) ma come hai notato anche tu certe cose le vedi ad occhio

    quasi tutte le querce hanno foglie molto resistenti e sono a lento rilascio quindi penso sia inutile sbattersi, molto meglio utilizzarle inserendole direttamente in vasca dove si decompongono lentamente e quindi non inquinano in modo eccessivo

    le foglie che secondo me danno un risultato apprezzabile e che potresti provare sono quelle di nocciolo e di noce (le prime sono probabilmente più efficaci)

    potresti provare anche quelle di castagno e di ontano che io non sono riuscito a provare

    leggendo quello che hai scritto ho notato che parlavi di ferro, perchè viene inserito per i channoides? pensavo che il ferro fosse nocivo per le specie viventi.
    - Francesco

  7. #7
    Citazione Originariamente Scritto da Cadore Visualizza Messaggio
    Si uso solo quella, 2 litri di acqua RO per fare l'estratto, poi l'estratto lo aggiungo all'acqua del cambio e da li mi regolo a seconda dei valori che ottengo.

    Chiaro, solo che non mi torna il valore di conducibilità così alto, a me rimaneva molto più basso a parità di PH.
    Farò di nuovo delle prove e ti farò sapere.

    ;-)

  8. #8
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da Frankye76 Visualizza Messaggio
    il ph minus ha un effetto temporaneo che se non riesci a controllare nel tempo può causare problemi, cmq concordo al 100% sul non utilizzare prodotti chimici soprattutto per specie che devono essere mantenute in modo naturale il più possibile

    per la CO2 ci sono tanti contro da valutare, innanzitutto se hai una vasca molto piantumata rischi la notte di avere troppa CO2 quindi dovresti limitarne l'effetto al solo giorno, ma poi bisogna vedere il Ph come si comporta, indicativamente bisognerebbe avvere un impiano professionale con un sistema che regola l'immissione di CO2 a seconda del Ph.
    ci sono però tanti casi in cui per errore o semplicemente perchè qualcuno urtando l'impianto lo danneggia e ci si ritrova da un giorno all'altro con tutti i pesci morti, ne vale la pena?

    veniamo alla parte più interessante, le foglie da cui ottenere un estratto sulle quali posso fare alcune considerazioni:

    parte delle sostanze contenute nelle foglie non le ottieni bollendole ma servono detrivori che facciano il loro lavoro (caridine/chiocciole)
    questo lo puoi ottenere lasciando foglie direttamente in vasca (cosa che immagino tu faccia, e come vedremo successivamente forse le migliori a questo scopo sono proprio quelle di quercia)

    per quello che riguarda il tuo esperimento è abbastanza facile leggere il risultato:
    le foglie di quercia non rilasciano quasi nulla quando le fai bollire, difatti la conducibilità resta bassa e come conseguenza l'effetto sul Ph è limitato
    le foglie di catappa al contrario rilasciano molte sostanze, difatti la conducibilità è alta e l'effetto sul Ph è notevole

    la conducibilità è un indicatore del risultato che si otterrà

    ho fatto diverse prove con le foglie in passato e continuo a farle tuttora, non misuro la conucibilità ne l'effetto sul Ph (perchè ne faccio altri utilizzi) ma come hai notato anche tu certe cose le vedi ad occhio

    quasi tutte le querce hanno foglie molto resistenti e sono a lento rilascio quindi penso sia inutile sbattersi, molto meglio utilizzarle inserendole direttamente in vasca dove si decompongono lentamente e quindi non inquinano in modo eccessivo

    le foglie che secondo me danno un risultato apprezzabile e che potresti provare sono quelle di nocciolo e di noce (le prime sono probabilmente più efficaci)

    potresti provare anche quelle di castagno e di ontano che io non sono riuscito a provare

    leggendo quello che hai scritto ho notato che parlavi di ferro, perchè viene inserito per i channoides? pensavo che il ferro fosse nocivo per le specie viventi.

    Per la CO2 mi sono trovato bene a livello di fai da te come detto per via delle temperature basse e quindi minor reazione fra lievito e zucchero, (ovviamente prima l'avevo testata su un 40 litri senza pesci particolari) mi sono affidato all'esperienza di chi ne fa un uso spropositato qui dalle mie parti, ha una fishroom con praticamente di tutto, usa da anni questo metodo con il composto a gel proprio per la regolarità e grazie anche al deflussore per flebo ne controlla costantemente l'uscita, durante la notte regolo proprio la flebo al minimo ma permettendo comunque l'uscita della CO2 (usciranno 3-4 gocce al minuto) per non far saturare la bottiglia.
    Questa soluzione è temporanea finchè non arriva la torba che ho ordinato poi svanirà anche quest'ultima, proprio per questo mi sembrava inutile comprare un impianto nuovo solo per una fase di transizione visto che non ne faccio uso in nessun acquario visto che non tengo ovviamente piante delicate.

    Per quanto riguarda le foglie da inserire in acquario sono un po' restio visto questa particolare tipo di foglia, è indistruttibile in vasca e non sembrano rilasciare granchè, ripeto parlo di quercia canadese, per farti capire su un 250 litri super piantumato e pieno di lumache varie non si sono mai distrutte da Maggio fino alla settimana scorsa che ho svuotato e riallestito. Prendendole con delle pinze per estrarle semplicemente si sbriciolavano solo toccandole.
    Per questo vorrei provare fare una bollita a lunga durata proprio per vedere cosa succede a livello di rilascio. Altrimenti sarebbe puramente motivo estetico cosa che a me non dispiace ma vorrei trovare una via di mezzo che come detto cercherò

    La bollitura la faccio come detto per ottenere un estratto naturale che, una volta aggiunto in modiche quantità all'acqua per il cambio mi permette di ottenere il giusto ph e di conseguenza creare stabilità in acquario. Se vogliamo è un sostituto del ph minus ma naturale e senza il problema della instabilità.

    Devo andarmi a fare una scampagnata fra le colline che mi circondano e poi come detto aggiornerò con nuovi risultati.

    L'ideale sta nel mezzo fra la catappa e le foglie di quercia per il fine ultimo a cui mi servono.

    Il ferro in acquario è indicato secondo alcuni articoli e da chi ne ha allevati di questi pesci proprio perchè sembra che nel loro habitat l'acqua sia ricca di ferro, concentrazioni fra il 0,5 - 0,6 mg/l.
    I

  9. #9
    Socio-Collaboratore AIB L'avatar di Cadore
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Nove (VI)
    Messaggi
    1,624
    Inserzioni Blog
    1
    Citazione Originariamente Scritto da T_M Visualizza Messaggio
    Chiaro, solo che non mi torna il valore di conducibilità così alto, a me rimaneva molto più basso a parità di PH.
    Farò di nuovo delle prove e ti farò sapere.

    ;-)
    Grazie Massimo
    I

  10. #10
    Bravo Andrea,sei riuscito poi a personalizzare l'estratto e ad affiancarlo al filtraggio su torba commerciale?
    Massimo,la conducibilità e la quantità di estratto che si ottiene con 2 litri di acqua RO è approssimativamente di 600/700 ml d'acqua a 400-500 microsiemens e tale estratto andrà aggiunto in piccole dosi (100/200ml) all'acqua per il cambio (che nel mio caso sarà al 50% acqua di rete e 50% acqua RO) rendendola ambrata e acidificandola al momento...insomma è un buon metodo,secondo la mia esperienza,per bypassare la classica stabulazione settimanale ottenendo un acqua quanto più simile a quella già presente in vasca specie in quei periodi in cui non si ha molto tempo a disposizione.Per ora non ho trovato controindicazioni di sorta e applico tale gestione a tutte le vasche in mio possesso.
    Un trucco per risparmiare le preziose foglie di catappa di Amy e i ml di estratto da inserire è di buttare nell'estratto anche un 4/5 pignette di ontano che alzano la conducibilità portandola a 600- 700 microsiemens...

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •