• Betta smaragdina

    Il Betta smaragdina da un punto di vista acquaristico


    Betta smaragdina male
    Photo by Atison Phumchoosri [4]
    Vasca IBetta smaragdina possono essere tenuti in coppie, biotopi e vasche di comunità. Le coppie possono essere tenute in vasche di 30/40 litri, piccoli gruppi dovrebbero essere tenuti in 120 litri e oltre. Le coppie devono avere a disposizione dei rifugi costituiti da rocce o piante. In un vasca per una coppia o in un biotopo è possibile assistere alla nascita spontanea di avannotti. Per risultati migliori è opportuno isolare la coppia in una vasca dedicata alla riproduzione con filtrazione bassa o nulla.
    Condizioni dell’acqua Non critica, lo smaragdina è molto tollerante alla chimica dell'acqua e vive bene in qualsiasi tipo di acqua, purché sia pulita e ben filtrata. Dovrebbero essere tenuti a temperature tra i 23 e i 26 °C.
    Dismorfismo sessuale I maschi presentano colorazioni più intense e pinne più lunghe mentre le femmine hanno un colore tendente al bruno e mostrano un ovodepositore.
    Riproduzione Lo smaragdina depone le uova in un nido di bolle galleggiante anche se il maschio preferisce di norma costruirlo sotto ad oggetti in superficie. Di norma il maschio inizia l'accoppiamento richiamando la femmina sotto al nido per riprodursi.
    Specie simili Specie simili sono tutti i membri del complesso dello splendens.
    Identificazione Gli smaragdina hanno opercoli blu o verdi e macchie sparse sui raggi della caudale.

    Articoli sui Betta smaragdina

    Spawning Betta smaragdina - the "Emerald Betta" Yohan Fernando.
    Betta smaragdina Ladiges, 1972. Michel Dantec. Communauté Internationale pour les Labyrinthidés [internet]. France; c.9 August 2002.
    Care and Spawning of Betta smaragdina. Gerald Griffin. Flare! Mar/Apr 1990

    Articoli su specie correlate
    I’ve Got a New Mouthbrooding Betta – Now What?. Michael Hellweg. 2003.
    Working with wild BettasGerald Griffin. Flare! 2006.
    Bettas in Peril, the Mahachai Situation. Gerald Griffin. Flare 2005

    Origine del nome Ladiges, W. 1972. [60]
    Riferimenti Riehl, R. and H.A. Baensch, 1991. [85]
    Robins, C.R., R.M. Bailey, C.E. Bond, J.R. Brooker, E.A. Lachner, R.N. Lea and W.B. Scott, 1991. [88]
    Grabda, E. and T. Heese, 1991. [45]
    Riehl, R. and H.A. Baensch, 1996. [86]
    Vidthayanon, C., J. Karnasuta and J. Nabhitabhata, 1997. [107]
    Schliewen, U., 1992. [94]
    Fernando, Yohan. [44]
    Griffin, Gerald. Mar/Apr 1990.[119]
    Liebetrau, Sue. 1975. [123]
    Liebetrau, Sue. 1975. [124]
    Dantec, Michel. 2002. [129]
    Località di origine Korat, Tailandia.
    Olotipo ZMH H4639
    Paratipo ZMH H4640 (1)
    Presenza Paesi: Tailandia
    Località di ritrovamento: Tailandia
    Varie Dimensioni massime: 7.0 cm Lunghezza Totale
    pH: 6.0 - 8.0
    dH: 5.0 - 19.0
    Temperatura: 24 - 27°C
    Riproduzione: Deposizione delle uova in un nido di bolle
    Altre note: "Il corpo del maschio è blu o verde e dà l'impressione di uno smeraldo. I raggi delle pinne sono rosso brillante, così come le pinne ventrali, con larghi bordi neri che terminano in un bianco-bluastro. Gli opercoli sono verdi. La pinna anale è a punta, mentre la dorsale somiglia ad una larga fiamma. Il corpo è assai più elongato rispetto al Betta splendens… Un gruppo di 5 pesci, 1 maschio e 4 femmine, può vivere in comunità… Condizioni dell’acqua: durezza: 8 a 10° GH, pH leggermente sotto a 7 con una temperatura tra i 24 e i 28 gradi Celsius." [126]
    Traduzione a cura di "gamgam", articolo originale: http://www.ibcbettas.org/smp/species/smaragdina.html